DEONTOLOGIA PROFESSIONALE (21-22)

Seguici

  • English

DEONTOLOGIA PROFESSIONALE (21-22)

£0
Docenti:
Categories:

About this course

Informazioni generali

Contenuto

  • Ore: 12
  • CFU: 1.5

Materiale didattico

Slide lezioni/dispense e altro materiale fornito in formato digitale dal docente

  • A. Lagonegro, C. Romano, PROFESSIONE GEOLOGO, Legislazione e giurisprudenza, Consiglio Nazionale dei Geologi, Settembre 2005;
  • B. Martinis, LA PROFESSIONE DI GEOLOGO, Ordine Nazionale dei Geologi, 1990.
Modulo 1
Scheda del modulo
  • Docente: Eros Aiello
  • Acronimo: LGP
  • CFU: 1.5
  • Ore di docenza: 12
Contenuti

Il programma prevede:

NORMATIVE CHE DISCIPLINANO LA PROFESSIONE DI GEOLOGO IN ITALIA Le leggi istitutive Norme deontologiche La professione di geologo oggi, campi di attività principali, il mercato del lavoro in Italia e in Toscana LE COMPETENZE DELLO STATO, REGIONI, PROVINCE E COMUNI IN MATERIA DI AMBIENTE, TERRITORIO, RISORSE NORMATIVE RELATIVE ALLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA La legislazione nazionale e la sua evoluzione La legislazione regionale toscana – Leggi n. 5/1995 e n. 1/2005 Indagini geologiche (art. 62 L.R. n. 1/05) NORMATIVE AMBIENTALI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (V.I.A.) Generalità Procedura di verifica4.3. Studio di impatto ambientale (S.I.A.) Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) NORMATIVE RELATIVE ALLA DIFESA DEL SUOLO Vincolo Idrogeologico5.2. La Legge n. 183/1989 “per la Difesa del Suolo” Le normative successive alla Legge n. 183/1989 La normativa regionale toscana (L.R. n. 91/1998 “Norme per la difesa del suolo”) Esempi di applicazione NORMATIVE RELATIVE ALLE ATTIVITA’ ESTRATTIVE Introduzione Normative relative alla polizia e alla sicurezza delle cave e torbiere Il progetto di coltivazione e la direzione dei lavori: le normative La normativa regionale toscana Il progetto di coltivazione e la direzione dei lavori: indicazioni operative Organizzazione del progetto Tipologie di attivita’ estrattive e metodi di coltivazione NORMATIVE RELATIVE ALLA RICERCA E COLTIVAZIONE DELLE ACQUE MINERALI E TERMALI D.Lgs. n. 25 Gennaio 1992, n. 105 “Attuazione della direttiva (CEE) n.777/80, relativa alla utilizzazione e alla commercializzazione delle acque minerali naturali D.M. 12 novembre 1992 n.542 “Regolamento recante i criteri di valutazione delle caratteristiche delle acque minerali naturali” D. Lgs. 4 agosto 1999 n. 339 “Disciplina delle acque di sorgente e modificazioni al decreto legislativo 25 gennaio 1992, n. 105, concernente le acque minerali naturali, in attuazione della direttiva 96/70/CE” Legge Regionale Toscana 9 novembre 1994, n. 86 “Norme per la disciplina della ricerca e coltivazioni delle acque minerali e termali”. Legge Regionale Toscana 20 luglio 2004, n. 30 “Norme per la disciplina della ricerca, coltivazione e dell’utilizzazione delle acque minerali, di sorgente e termali”. NORMATIVE RELATIVE ALLA RICERCA, CAPTAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE IDRICHE Introduzione Il R.D. 11 Dicembre 1933, n. 1775: Testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e gli impianti elettrici La Legge 319/76 (Merli) “Tutela delle acque dall’inquinamento” e le norme di attuazione (Delibera del Comitato dei Ministri per la tutela delle acque dall’inquinamento del 04/02/1977) La Legge n. 36/1994 (Galli) “Disposizioni in materia di risorse idriche” e la relativa norma di attuazione della Regione Toscana: L.R. n. 81/1995 Legge 4 agosto 1984 n. 464 “Norme per agevolare l’acquisizione da parte del Servizio geologico della Direzione generale delle miniere del Ministero dell’industria, del commercio e dell’artigianato di elementi di conoscenza relativi alla struttura geologica e geofisica del sottosuolo nazionale” Il Decreto Pres. Consiglio Ministri 04.03.1996 “Disposizioni in materia di risorse idriche” Il D.P.R. 24/05/1988, n. 236 “Attuazione della direttiva CEE… (all. n. 42) Il Decreto Legislativo n. 152/99 11.9. – Il Decreto Legislativo n. 31/2001 Attuazione della direttiva 98/83/CEE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano La L.R. Toscana n. 64/2001 Norme sullo scarico di acque reflue L’Accordo di Programma del 12/12/2002 della Conferenza permanente per i rapporti tra Lo Stato e le Regioni relativo alle “Linee guida per la tutela delle acque destinate al consumo umano e criteri generali per l’individuazione delle aree di salvaguardia delle risorse idriche di cui all’art. 21 del decreto legislativo n. 152/99 NORMATIVE RELATIVE ALLE BONIFICHE DEI SITI INQUINATI ED ALLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI (IMPIANTI DI INTERRAMENTO) Decreto Legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 “Attuazione delle direttive 91/156/CEE sui rifiuti, 91/689/CEE sui rifiuti pericolosi e 94/62/CE sugli imballaggi e sui rifiuti di imballaggio” D.M. 25/10/1999, n. 471 –Criteri, procedure e modalità per la messa in sicurezza, la bonifica e il ripristino ambientale dei siti inquinati – Piano di caratterizzazione Decreto Legislativo 13 gennaio 2003 n. 36 – Attuazione della direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti LA LEGISLAZIONE IN MATERIA DI GEOLOGIA APPLICATA ALL’INGEGNERIA CIVILE D.M. 11.03.1988 e L. n. 109/94 (Legge quadro in materia di lavori pubblici) Relazione geologica e relazione geotecnica L’Eurocodice Il D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 – Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia NORMATIVA SISMICA Azione sismica Rischio sismico La normativa vigente Eurocodice 8

Members

Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit. Duis sed odio sit amet nibh vulputate cursus a sit amet mauris. Morbi accumsan ipsum velit. Nam nec tellus a odio tincidunt auctor a ornare odio. Sed non mauris vitae erat consequat auctor eu in elit.

Total number of students in course: